Trinacria

Il caldo abbraccio della Sicilia

Sempre più coinvolgente e carico di passione, Trinacria Regional Rally chiama a raccolta 600 hogger in assetto da run in arrivo da tutta Italia


Testo: Rosario Pasciuto
Foto: Paolo Grana

Una scritta in lingua inglese che campeggia sulle magliette di alcuni hogger isolani recita: “Benvenuti in Sicilia, terra di mare, fuoco e bikers”.



La Trinacria sorprende con colori sempre nuovi, profumi ed aromi unici. Un’isola stupenda caratterizzata da mare cristallino e spiagge di soffice sabbia, come dal fuoco che sgorga dalle viscere dell’Etna, i cui sbuffi dalla cima del vulcano si disperdono nel cielo di un azzurro incredibilmente limpido. E poi, certamente, i bikers, un movimento in costante crescita nella regione. Ciò per grande merito delle due concessionarie Harley-Davidson® di Catania e Messina e quattro vivaci H.O.G.® Chapter: Etna, Duemari, Licata e Palermo.

Proprio dall’esemplare collaborazione tra sponsoring dealer e direttivi scaturisce la seconda edizione del Trinacria Regional Rally, un evento che punta alla promozione del territorio coniugando passione per le Harley-Davidson, turismo e cultura. Componenti fondamentali per la crescita di una regione che non ha ancora sviluppato pienamente le proprie potenzialità. Per il secondo anno consecutivo ci provano i quattro Chapter siciliani, richiamando sull’isola amici provenienti da tutta Italia, anche dal profondo nord.

Quartier generale del Trinacria Regional Rally è il Brucoli Village, un angolo di paradiso che sorge tra Catania e Siracusa. Nel fine settimana dal 20 al 22 settembre viene pacificamente invaso da 600 hogger in rappresentanza di quasi tutti i capitoli della famiglia Harley Owners Group italiana. Il temporale che venerdì accoglie i primi arrivati non mette minimamente in discussione l’entusiasmo dei partecipanti. Un piccolo cambiamento di programma permette di ripararsi sotto la tensostruttura messa a disposizione dall’impeccabile direzione del Brucoli Village. Musica dal vivo con gli Illusion e lo spettacolo di burlesque eseguito dall’ammiccante Agnes V. Julie accendono il motore della prima serata, proseguita con la consegna dei riconoscimenti ai Chapter presenti da parte dei quattro director organizzatori del Trinacria. Il tutto sotto l’occhio vigile e compiaciuto dei dealer delle concessionarie Harley-Davidson di Catania e Messina: Gaetano Prudente, Vincenzo Calì e Ignazio Fichera.

Il clou del Trinacria Regional Rally è rappresentato dai due tour in programma sabato mattina. Al seguito di Etna e Duemari Chapter si va alla scoperta di Catania, città forse poco reclamizzata che offre un centro storico di una bellezza mozzafiato. Una giornata di caldo intenso saluta gli oltre 200 hogger che, in sella a rombanti Harley percorrono circa 30 chilometri di strada costiera. La tentazione di un tuffo in mare è troppo forte ma Catania li attende con le sue bellezze. Piazza Duomo con “O Liotru”, il simbolo della città, la Cattedrale, il Palazzo degli Elefanti sede del Municipio, la Porta Uzeda e la Fontana dell’Amenano, il fiume che scorre sotto Catania visibile proprio in quel punto. Una passeggiata in via Etnea nel cuore della città culmina con un sontuoso aperitivo. Simultaneamente, l’altro gruppo guidato da road captain e safety di Licata e Palermo Chapter si gode gli scenari marinari di Marzamemi, antico borgo a due chilometri da Pachino. Un piccolo centro sorto intorno alla tonnara, nella quale un tempo si eseguivano anche due mattanze al giorno. Oggi Marzamemi vive ancora di pesca e in particolare di turismo, grazie a scenari di raro splendore.

La serata del sabato viene dedicata al divertimento sfrenato. Prima di gustare il cibo della cucina locale è d’obbligo una visita presso l'area shopping Harley-Davidson ufficiale, gestita magistralmente da Cinzia e Alfio. Fra l’acquisto della maglietta dell’evento e una patch è possibile degustare vini, birre ed amari, saggiare i toscani di Club dell’Italico e ammirare le favolose e cromatissime Harley customizzate del grande Doctor Brush. La cena viene allietata dai balletti country Achy Breaky Country Dance e dallo straordinario spettacolo del mangiatore di fuoco Natale Di Mora. Applauditissimo specie quando accende un gigantesco Bar and Shield che campeggia al centro del palco. La baldoria prosegue con la trascinante musica vintage dei Bluff, il taglio della torta da parte dei director e del Chapter manager Vincenzo Calì e la spaghettata di mezzanotte, coronando una magnifica giornata. La domenica viene dedicata al relax in piscina e agli ultimi saluti. Chi è arrivato da più lontano di buon mattino si mette in moto per far rientro verso casa, portando il ricordo dei bei momenti trascorsi al Trinacria e una frase scolpita nel cuore: grazie Sicilia, terra di mare, di fuoco e di bikers!