Capo Nord

Sulla strada per Capo Nord

Decisi a raggiungere una delle mete più ambite da ogni biker, lo scorso giugno quattro amici toscani prendono la palla al balzo per visitare i principali meeting Harley-Davidson europei

Testo e foto: Daniele Barometri

Lunedì 3 giugno 2019 è un grande giorno per noi quattro.



Finalmente riusciamo a organizzarci e partire con le nostre Harley-Davidson verso una delle mete storiche per gli appassionati di viaggi in moto: Nordkapp, sul tetto d’Europa. Le nostre Road Glide® CVO, Electra Glide® Ultra Limited, Road Glide e Fat Boy® paiono scalpitare quando ci incontriamo al solito distributore sulla Grosseto-Siena, carichi di adrenalina e voglia di fare strada insieme.

L’intenzione è quella di fare tappa nei dintorni di Vienna, in modo di raggiungere Tallin giovedì mattina. Dalla capitale dell’Estonia ci imbarcheremo sul traghetto per approdare in Finlandia, la Terra dei mille laghi. Facendo una piccola deviazione potremo così raggiungere Himnos, dove si tiene il Super Rally, principale evento biker del Vecchio Continente.

La strada corre veloce sotto le nostre gomme mentre viaggiamo compatti; accompagnati da un caldo torrido arriviamo rapidamente in Polonia, lungo la quale ci troviamo a fare i conti con interminabili cantieri autostradali e traffico infernale. Fatta una sosta tattica in un paesino polacco, attraversiamo Lituania e Lettonia giungendo a Tallin in serata. Dopo una veloce traversata la Finlandia ci accoglie in tutto il suo splendore. Le strade migliorano notevolmente, il clima è sempre molto caldo, soprattutto a queste latitudini. A Rovaniemi, la città di Babbo Natale, il termometro di una colonnina segna 31 gradi: incredibile.

Continuiamo a salire attorniati da splendidi paesaggi, facendo attenzione ai continui attraversamenti di renne, percorrendo lingue d’asfalto perfette tra interminabili foreste. Chilometro dopo chilometro il clima comincia a diventare sempre più “invernale”, siamo ormai molto vicini a quello che viene ritenuto il punto più a nord d’Europa. Ci fermiamo in un campeggio dieci chilometri prima della nostra meta. Pioggia torrenziale, vento e 2 gradi circa di temperatura ci consigliano di salire la mattina seguente. Finalmente raggiungiamo la meta tanto sognata e ambita. Contenti ed emozionati come bambini, ripartiamo verso la tortuosa Trollstiegen, conosciuta anche come strada dei Troll. Accompagnati ancora dalla pioggia, e con la neve ai lati della strada, solchiamo le coste della Norvegia, fino ad arrivare in prossimità della spettacolare salita.

Il gruppo qui si divide. Marco e Davide continueranno la corsa fino ad arrivare a Cascais in Portogallo per partecipare all‘European H.O.G.® Rally. Il sottoscritto, Daniele, ed Emiliano “il Doc” rientriamo velocemente in Italia per far fronte ai nostri impegni. Emozioni e paesaggi spettacolari di questa esperienza indimenticabile rimarranno sempre impressi nella nostra memoria. Passando da cene prelibate a zuppe liofilizzate, da barbecue improvvisati a pranzi in trattorie da camionisti, condividiamo emozioni di viaggio e l’amicizia che ci unisce da sempre.

Ci teniamo a riservare un ringraziamento speciale al team H-D Speed Shop Firenze: grazie alle cure prestate alle nostre motociclette ci siamo potuti sparare 12.000 chilometri tutti d’un fiato, senza alcun problema meccanico. Alla prossima avventura, sempre on the road!