Jeweller. Model. Influencer. Imogen Lehtonen is a very modern type of Harley-Davidson motorcycle rider

Teschi, anelli e rock ’n’ roll

Gioielliera, modella, influencer. Imogen Lehtonen è una motociclista Harley-Davidson al passo con le ultime tendenze


Testo di Jeremy Pick
Foto di Autumn Spadaro

Chiunque si interessi alla cultura rock ’n’ roll avrà sentito parlare della storica gioielleria The Great Frog. Fondata nel 1972 a Londra, nella famosa Carnaby Street, l’azienda è diventata un’icona dell’estetica rock ’n’ roll. I suoi segni distintivi? Esclusivi anelli a forma di teschio e gioielli dal design audace e alternativo. Lemmy, Slash e Ozzy Osbourne sono stati tra i primi a subire il fascino del marchio. Tra i clienti ci sono anche Johnny Depp e Arnold Schwarzenegger. I gioielli firmati The Great Frog sono presenti nei film di Harry Potter e indossati dal Joker di Suicide Squad. Motörhead, Slayer e Iron Maiden hanno tutti collaborato con l’azienda e oggi una nuova generazione di star della musica hip-hop e alternativa, tra cui Post Malone, Arctic Monkeys e Lady Gaga, sta scoprendo e apprezzando le creazioni di The Great Frog.

Un marchio vissuto
Imogen Lehtonen, nipote dei fondatori, incarna i valori di The Great Frog: è uno spirito libero, ama la musica e guida motociclette Harley®. Dal suo negozio su Melrose Avenue a Los Angeles, in California, la Lehtonen comunica con una nuova generazione attraverso la sua produzione artigianale di gioielli, la passione per la cultura motociclistica e i suoi follower su Instagram.

The Great Frog occupa una posizione unica nel panorama della gioielleria contemporanea. Una volta, quando i teschi erano un motivo di nicchia, nessun altro impiegava l’arte gioielliera per realizzare a mano anelli a forma di teschio. Un aspetto, questo, molto apprezzato dai musicisti e dai sostenitori della controcultura, che attribuiscono valore all’autenticità di un’azienda che è rimasta fedele alle sue radici. Queste sono le caratteristiche che toccano le corde dei musicisti, oggi come nei primi anni ’70.

Una passione condivisa
“Nell’attività di The Great Frog motociclette, musica e tatuaggi sono sempre stati una costante. Sono tutte cose che amo, quindi mi viene naturale promuovere l’azienda attraverso ciò che faccio” afferma la Lehtonen. “Mio padre era una persona straordinaria. Da appassionato motociclista, mi portava a scuola in sella alla sua moto. È la mia massima fonte d’ispirazione e sempre lo sarà. Portava nel portafoglio una foto del suo vecchio Panhead, venduto a un amico prima di lasciare gli Stati Uniti per fondare The Great Frog, inizialmente nel Regno Unito e poi in Nuova Zelanda. Quarant’anni dopo, tornò in America e riuscì a rintracciarlo. Ora è mio cugino a guidare il Panhead per le strade di Londra.

Purtroppo mio padre è mancato cinque anni fa, ma conservo fantastici ricordi dei nostri viaggi. Mi ha fatto conoscere le moto, che sono diventate una passione comune. Ogni volta che guido mi sento più vicina a lui, è come se fosse al mio fianco”.

Anima custom
Subito dopo essersi trasferita negli Stati Uniti, la Lehtonen acquistò una motocicletta Harley-Davidson®. “Mi piace l’estetica, il marchio e ciò che rappresenta, il forte legame con l’America e quella sensazione di libertà e infinite opportunità, la consapevolezza di poter montare in sella e guidare per settimane, scoprendo cose nuove e facendo nuove esperienze”.

Attualmente la Lehtonen possiede due motociclette H-D®: una Sportster® 1200 come moto da città e una FXR del 1994 per i viaggi più lunghi. Ovviamente queste due moto, spesso protagoniste del suo Instagram, sono state personalizzate per riflettere il suo stile personale. 

“Gran parte del lavoro svolto sulla Sportster è stato fatto per adattarla ai miei gusti e al mio stile di guida, e ora ne sono follemente innamorata”, continua la Lehtonen. “Le forcelle con una sovralunghezza di +10 cm rispetto alla versione di serie e le pedaline da riposo medio-alte personalizzate ne fanno una fantastica moto da città. Per i viaggi più lunghi, uso la FXR. Mi piace sporcarmi le mani e fare da me i lavori sulle moto; mi viene naturale perché nella mia attività utilizzo ogni giorno utensili manuali per saldare, levigare, martellare, anticare e lucidare i gioielli. Questo ha alimentato la mia passione per le motociclette più vecchie: con un suono e una potenza tutta loro regalano sensazioni uniche. E puoi creare uno stile esclusivo, su misura per te”. 

Sulla strada
La guida svolge un ruolo chiave anche nella vita professionale della Lehtonen. “Per me, guidare è terapeutico. Da ormai otto anni la moto è il mio principale mezzo di trasporto e la mia fonte di felicità. Ho provato lo yoga e la meditazione, ma il modo migliore per calmare la mente è guidare dalle montagne fino a LA, la città dove lavoro. Spesso, quando scendo dalla moto, scopro di aver capito esattamente ciò che mi preoccupa. E il viaggio di ritorno mi fa smettere di pensare a tutto il resto.

Mi piace guidare su lunghe distanze. L’ultimo grande tour l’ho fatto insieme a Norman Reedus, di The Walking Dead. È venuto in negozio per ritirare il suo anello a forma di teschio e siamo finiti a guidare lungo la costa, facendo riprese per la prima puntata della sua serie Ride with Norman Reedus. Prossimamente vorrei fare un’altra esperienza di lungo raggio, magari in Messico oppure nella California del Nord, dove potrei campeggiare in riva al fiume con zaino e tenda”.

Un altro lungo viaggio per lei indimenticabile risale al 2015, quando su una Dyna® Wide Glide® ha macinato 9600 chilometri in 38 giorni da Brooklyn a San Francisco con un gruppo di altre giovani motocicliste e influencer, finendo a Sturgis. “Ci siamo divertite un sacco”, racconta la Lehtonen. “Mi piace la sensazione di guidare con un gruppo che condivide i miei stessi interessi; motocicliste esperte con cui mi sento a mio agio. Ma, in effetti, ciò che mi entusiasma è montare su una moto e partire. Penso che mi piaccia semplicemente guidare”.  

Imogen Lehtonen @imogenocide